E’ venuto il momento

DI RINGRAZIARE!!!

GAP 2014 si è appena concluso nella sua fase di residenza a Guilmi. Ora iniziamo a lavorare a distanza, ma prima vogliamo ringraziare chi, tramite contributi di varia natura, ha reso possibile i tanti progetti estivi di GuilmiArtProject. Ci avete creduto e sappiamo di non avervi deluso. Col vostro contributo, l’anno prossimo faremo ancora meglio!

GAP e tutti gli artisti ringraziano:

Il Comune di Guilmi per l’ospitalità nella scuola/casa-vacanze, che durante gli intensi giorni dei workshop si è trasformata in uno spumeggiante campus creativo

GAP Labs 2014
GAPlabs 2014 alla Casa-vacanze. Photo credit: Giovanni Gaggia

Bar Il Pino, per la prontezza con cui ha saputo fronteggiare orde di barbari artisti affamati, per i prezzi popolarissimi e per l’incredibile affabilità di Pino

Una delle cene da Pino. Photo credit: Meri Iacchi
Una delle cene da Pino. Photo credit: Meri Iacchi

La Proloco per la logistica durante la residenza, la Nuova Didattica Popolare, i GAPlabs, il buffet

Le donne  guilmesi partecipano alla realizzazione del buffet grazie all'intercessione della Proloco
Le donne guilmesi partecipano alla realizzazione del buffet di Andrea D’Amore grazie all’intercessione della Proloco. Photo credit: Alessandra Poggianti

Le Antiche Grotte per la festa a conclusione della residenza

Graziella Kriminal durante la festa del 13 agosto
Graziella Kriminal durante la festa del 13 agosto

Lu Barrott di Nicola e Bagni vittoria per il concerto di dj Morens e Graziella Kriminal

Graziella Kriminal e Dj Morens in concerto
Graziella Kriminal e dj Morens in concerto

Teresa Ciccarone ed Eleonardo Giardino per tutti gli inviti a pranzi e cene e per l’usufrutto della casa di nonna Lucia

Tetti da casa di Nonna Lucia. Photo credit: Pietro Gaglianò
Tetti da casa di Nonna Lucia. Photo credit: Pietro Gaglianò

Dora Ciccarone e Donato Sabatini, per l’usufrutto de La Pitech, da sempre nostra galleria di riferimento

Juan Pablo Macias e Diego Segatto allestiscono La Pitech per BAS, la Banca Autonoma dei Sementi Liberi da Usura
Juan Pablo Macias e Diego Segatto allestiscono La Pitech per BAS, la Banca Autonoma dei Sementi Liberi da Usura. Photo credit: Alessandra Poggianti

Massimiliano Simoncelli, per materiale tecnico e preziosissimi contatti per la BANCA AUTOMOMA DEi SEMENTI LIBERI DA USURA

L'istallazione di Juan Pablo Macias al Poliambulatorio di Guilmi, con televisore da MS. Photo credits: Alessandra Poggianti
L’istallazione di Juan Pablo Macias al Poliambulatorio di Guilmi, con televisore da Massimiliano Simoncelli. Photo credits: Alessandra Poggianti

Camillo per il video proiettore nella serata di presentazione del GAPlabs di Eva di Franco Clothing, Fern Blossom e Andras Calamandrei

Presentazione in piazza del GAPlab di photo shooting.
Presentazione in piazza del GAPlab di photo shooting con Eva di Franco Clothing, Fern Blossom e Andras Calamandrei

 Tiziana Racciatti e Patrizia per il rinfresco post NDP

Patrizia dà il suo contributo al dibattito in durante la Nuova Didattica Popolare
Patrizia dà il suo contributo al dibattito in durante la Nuova Didattica Popolare. Photo credit: Giovanni Gaggia

Giacomo Strada per il contributo tecnico, logistico ed economico

P1170020
The supporter!

Plinio e Gianna per il loro contributo affettivo ed economico

Plinio e suo figlio Giulio per Fern Blossom
Plinio e suo figlio Giulio per Fern Blossom

Marco Colameo e Maria per i graditissimi viveri di stagione

P1170174
Ciò che rimane dell’ampia fornitura di verdure di Marco Colameo

Tutti gli acquirenti dei gadget.

Gadget d'artista a tiratura limitatissima
Gadget d’artista a tiratura limitatissima. Photo Credit: GAP e Nicola Di Santo

Un rinnovato grazie a Danilo Perrucci, Pino di Ciano e Lucio Perrucci, per l’agevolazione nella logistica, nell’organizzazione e per l’ardore con cui credono in GAP e ad Angelo Racciatti per aver condiviso il progetto edibile di Andrea D’Amore.

 

Senza di voi GuilmiArtProject non esiste!

Un po’ di svago tra NDP e NDP

1426372_597863880275155_459781008_nlogogap_baldassarriOgni tanto si potrà pur lasciare Guilmi per andare a trovare gli amici più prossimi alla costa, no? Infatti il 10 agosto ci muoviamo tutti insieme verso Lu Barruot di Nicola per dare il benvenuto al duo Graziella Kriminal e farci cullare o sballottolare da  strabilianti motivi scacciapensieri. Un concerto in collaborazione con Lu Barruot di Nicola e Bagni Vittoria.

graziella

Lu Barrott di Nicola, Bagni Vittoria, GuilmiArtProject, sono lieti di invitarvi alla sorprendente festa-concerto con il duo Graziella Kriminal.

RSvP al link dell’evento FB

Tra marranzani, ritmi schioppettanti, ma anche pause per l’abbraccio e altro, la serata sarà di sicura gioia e rappresenterà l’occasione di sostenere le attività di GuilmiArtProject, la residenza d’artista dell’alto vastese che dal 2009 scommette sul territorio e quest’anno scende a valle grazie alla sinergia con le realtà amiche de Lu Barrot di Nicola e di Bagni Vittoria.

Il sound mirabolante di Graziella Kriminal sarà accompagnato da spire di salsicce, xilofoni di arrosticini, glass armoniche di birra, piste di verdurine, e tante magliette d’artista, da acquistare, indossare, incorniciare o ritagliare a vostro piacimento per contribuire a realizzare gli anticonvezionali progetti site specific di GuilmiArtProject.

Menù e bevande a cura de Lu Barrott di Nicola
Magliette di Francesco Eppestaingher
Con l’accompagnamento dei dj del Comitato dell’Amore di GuilmiArtProject, Amigo Mio e Santo Johnny

………..

Graziella Kriminal è un duo composto da Diego e Sergio.
Il primo alle prese con un preistorico sintetizzatore acustico: il marranzano. Il secondo, con le mani suona il basso e con i piedi “madre cassa e figlio charleston”. Il risultato fa: Tum-Cha, Doin-Doin. Un’alchimia in equilibrio tra antico e moderno. All’ascolto sembra musica campionata ma il computer non c’è
IL SOUND
Il suono di Graziella Kriminal è lo-fi. Ritmi veloci e pimpanti che non disprezzano l’uso di interventi lenti e a tratti dark. Atmosfere acide, con echi elettro-pop in un genere che loro stessi definiscono Psycho-House.
LA STORIA
I due si conoscono dal pediatra circa 35 anni fa. Crescono insieme nella provincia siciliana senza mai abbandonare la loro attitudine punk nei confronti della vita. A circa 15 anni si salutano per intraprendere percorsi diversi. Oggi, dopo 20 anni, si incontrano nuovamente per fare musica e dare un suono alle loro esperienze.
IL NOME
Il nome Graziella Kriminal è un omaggio a una bad-girl siciliana che Diego e Sergio osservano da ragazzini. Lei è armata e predisposta all’attacco. Talentuosa nel furto e abile al coltello. Veste jeans e chiodo in pelle nera. I capelli li porta corti con il ciuffo, lei è il capo di una gang (tutti uomini naturalmente). La sua attività preferita è spogliare i militari americani; loro approdano nell’isola felice, ma non sanno che in un vicolo scuro Graziella li sta aspettando per lasciarli nudi e senza soldi. Tutti i ricavati delle performance del duo Graziella Kriminal saranno devoluti al F.B.M.S. (Fondo di Beneficenza per Marinai Sprovveduti)

E prima di Juan Pablo…

Nuova Didattica Popolare
di Pietro Gaglianò

sabato 9 agosto, lunedì 11 e martedì 12 agosto, ore 21.00 – 22.30
Piazza del Torrione e altri luoghi

 a cura di GuilmiArtProject

NDP_14Dopo l’esperienza dell’edizione 2013, GAP conferma l’appuntamento con Nuova Didattica Popolare, lezioni di storia dell’arte in piazza. Immutata la formula, con tre incontri che radunano il pubblico e il docente (e performer) in alcuni interni urbani di Guilmi: luoghi in cui organicamente si incontrano la dimensione pubblica e una forma di domestica e colloquiale intimità. Immutate anche le regole, con la richiesta ai partecipanti di portare da casa la propria sedia e di prestarsi, in prima linea e con gli strumenti a disposizione, al dialogo e alla composizione condivisa di significati, come tentativo aperto nella sintesi dell’arte e della formazione.

Gli interrogativi da cui parte il programma di quest’anno hanno a che fare con il concetto di resistenza, con la cultura della Resistenza, e con l’estetica dei monumenti, che verranno indagati a partire da iconografie tradizionali fino alla presentazione di esperienze non convenzionali e a nuovi formati sperimentali di rappresentazione collettiva dello spazio pubblico.

Il processo attivato dalla Nuova Didattica Popolare corre parallelo ai percorsi che GAP mette in opera con i progetti di residenza, lavorando su forme di dialogo in cui lo strumento per la mediazione è dato dall’azione stessa, dall’incontro aperto a tutti gli esiti tra sfere linguistiche e culturali fra loro remote.

La maglietta tematica per la NDP di quest’anno è dovuta all’interpretazione di un artista: Ryts Monet (Bari, 1982) che dietro invito di Bacci, Giardino e Gaglianò, ha sintetizzato un progetto grafico in un cui le tensioni della formazione in ambito pubblico prendono le fogge dell’agonismo e della partecipazione calcistica.

A corollario delle attività principali di GuilmiArtProject, tra il 9 e il 14 agosto si terranno workshop e incontri, quali il GAP-lab dedicato alla realizzazione di set fotografici per Fern Blossom, Eva di Franco Clothing, con Andras Calamandrei e il coordinamento generale di Federica Berardi e Valentina Cencetti; e L’amore ai tempi di Guilmi, un GAP-lab radiofonico a cura di e Ilaria Gadenz e Carola Haupt di Radio Papesse e Tiziano Bonini. L’amore ai tempi di Guilmi, vuole essere “una riflessione tra generi a proposito dell’amore, e della sua resistenza, intesa sia come legame duro a morire, tra persone, sia come forza rivoluzionaria, di cambiamento, che resiste ai modelli individualisti e produttivisti tardo capitalisti”, “una discussione non solo tra i ragazzi e le ragazze di Guilmi ma anche tra persone di generazioni diverse”.

GuilmiArtProject è un programma di residenza artistica a cadenza annuale nel comune di Guilmi (Ch), a cura di Federico Bacci e Lucia Giardino. La scelta dell’ospite principale del 2014 si è indirizzata verso l’artista visivo Juan Pablo Macías (Puebla, Messico, 1974), il cui intervento site specific sarà presentato il 13 agosto e verrà interpretato dall’opera edibile di Andrea d’Amore intitolata Le ricette non sono piatti da briganti. Dalle ore 22.00 dello stesso giorno, la festa con il dj Santo Johnny e il duo-special guest Graziella Kriminal concluderà tutte le proposte della residenza 2014.

Pietro Gaglianò critico d’arte e studioso dei linguaggi contemporanei. I suoi principali campi di indagine riguardano il contesto urbano, architettonico e sociale come scena delle pratiche artistiche; l’applicazione delle arti alle questioni dell’emergenza geopolitica; i sistemi teorici e le esperienze della performance art rispetto alla sfera pubblica. Sperimenta forme ibride tra arte e formazione, in cui linguaggi creativi sono impiegati in funzione antidiscriminatoria e come strumento per l’aumento della consapevolezza sociale. Dal 2000 esercita un’intensa ricerca di scrittura critica, curatela e progettazione eventi. Ha collaborato con istituzioni pubbliche, fondazioni, e gallerie d’arte, in Italia e in Europa. Insegna in istituzioni universitarie italiane e statunitensi. Ha curato volumi e pubblicato testi in collane specialistiche e cataloghi di mostre personali o collettive, da lui curate o alle quali ha collaborato.

Federica Berardi, laureata in architettura all’Università Gabriele D’Annunzio di Pescara, è il coordinatore locale dei progetti speciali di GuilmiArtProject.

Fern Blossom è una produzione limitatissima e indipendente di capi d’abbigliamento e stampe serigrafiche originali.

Andras Calamandrei (Svizzera, 1975) è artista e fotografo. Ha partecipato a numerose e importanti mostre internazionali. Attualmente vive tra Firenze e Buenos Aires.

Tiziano Bonini è ricercatore in media studies all’Università Iulm di Milano. Si occupa di radio, social media, cultura digitale e pubblici connessi. Ha pubblicato articoli per riviste internazionali di media studies (Media, Culture & Society; European Journal of Communication; The Radio Journal; Communication & Society), libri su radio, media e globalizzazione per Carocci, Ombre Corte, Costa & Nolan e Garzanti. Autore di documentari, fiction e format per la radio, attualmente lavora per Radio 24 al programma Voi siete qui.

Radio Papesse è una webradio dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2006 all’interno del Centro d’Arte Contemporanea Palazzo delle Papesse. Radio Papesse è un team di produzione da anni impegnato nella ricerca di nuove strategie di storytelling radiofonico per raccontare l’arte, il paesaggio, i saperi e le persone; lavora nel campo della produzione audio per musei e istituzioni culturali.

Ryts Monet (Bari 1982). Laureato in Arti Visive all’Università IUAV di Venezia, come artista ha partecipato a molte residenze internazionali. Attualmente è collaboratore alla didattica per il laboratorio finale di Arti Visive presso l’Università IUAV di Venezia.

Andrea d’Amore è laureato in letteratura e studioso di antropologia e filosofia del cibo. Svolge un percorso indipendente come cuoco-chef; realizza film d’arte nel duo Ciboideale ed è autore di Pianox12, un progetto legato al cibo e alla cura del sé.

Programma 2014

Qui date e anticipazioni di GuilmiArtProject 2014

13 AGOSTO
Termine della residenza con la presentazione finale di Juan Pablo Macias
e a contorno

21 luglio – 14 agosto
Juan Pablo Macias
in residenza
3 – 16 agosto
illuminazione della torre dell’acqua a cura di Enzo Sivillo Fascetto
9, 11, 12 agosto, h. 21.00
Nuova Didattica Popolare di Pietro Gaglianò
9 – 14 agosto
Gaplabs a volontà: radiofonia, fotografia, roba da mettersi addosso etc… con e a cura di Tiziano Bonini, Ilaria Gadenz, Carola Haupt,  Fern Blossom, Eva Di Franco Clothing, Andras Calamandrei e Federica Berardi
10 agosto
Graziella Kriminal in concerto Festa di GAP in collaborazione con Lu Barrott di Nicola.
11 agosto
passeggiata ecologica a cura della Proloco di Guilmi

13 agosto
– ore 17.30
cittadinanza onoraria agli artisti
– ore 18.00
presentazione dell’opera di Juan Pablo Macias
a seguire
interpretazione culinaria a cura di Andrea d’Amore, con la collaborazione delle donne guilmesi
e
LA FESTA con Santo Johnny e Graziella Kriminal

DETtAGLI e DIvagAZIONI

Solo poche cose, per cominciare.

Incuriositi dalla tendenza alla scrittura di Juan Pablo Macias (1974), dalle sue operazioni di riattivazione e corto circuito di archivi e biblioteche, quest’anno abbiamo invitato l’artista messicano residente a Livorno, come ospite principale di GuilmiArtProject. Nel corso della ricognizione a fine maggio, egli ha avuto modo di sovrapporre al tessuto reale di Guilmi la propria griglia astratta di ragionamenti su dinamiche e rappresentazioni umane, sociali e politiche e sulla possibilità di rilevare paradossi nei processi istituzionali. Il lavoro che svolgerà in paese, avrà a che fare quindi con un’ulteriore verifica della possibilità di attuazione dei suoi assunti nella scala ridotta del paese abruzzese, con le sue peculiarità storiche e contemporanee. Dotato di un alto grado di urbanità, trasforma scomodi assunti di resistenza al sistema in atti poetici, domestici, eppure puntuali e potenti. Il suo intervento a Guilmi ha un titolo. Bellissimo. E’ scritto qui sotto:

inumano

Ricordate Pietrò Gaglianò? Domanda retorica! Certo che sì! Superata brillantemente la prova del 2013 come residente, quest’anno la Nuova Didattica Popolare, da lui condotta, è entrata ufficialmente nel palinsesto di GuilmiArtProject. Le date, quelle evidenziate sopra; le location… quasi sicuramente quelle dello scorso anno: Piazza del Torrione e Largo Meridione. Ancora una volta non c’è da aspettarsi lezioni tradizionali, per cui siate aperti al confronto diretto e disposti a raccontarvi, per ridare significato al verbo “condividere”.

GAP apre quest’anno un nuovo progetto “curatoriale” affidando a Pietro Gaglianò: la scelta di un artista per la realizzazione della maglietta promozionale della Nuova Didattica Popolare. Il primo artista selezionato nel 2014 è Ryts Monet, che ha interpretato il senso di comunità e di “fare squadra”, argomento topico degli incontri di NDP.

La maglietta d’artista, che suona come un film con Nino D’Angelo, ma è cosa più intrigante, non scalzerà il ruolo fondamentale del nostro grafico da sempre, Francesco Eppesteingher, che negli anni ha decretato cosa metterci addosso. Dalle sue stesse creazioni dedicate al Comitato dell’amore, con la maglietta E’ colpa mia; alla sua stessa interpretazione di NDP con l’insostituibile sedia; alle commissioni affidate ad altri, ad es. al brillantissimo Tommaso Eppesteingher (ancora per NDP) e a DEM, per il suo Omone. Grazie France!

Gaplab” è il nostro neologismo per “workshop” o “laboratorio”. Quest’anno ne ospiteremo di varia natura, con l’interzione di coprire tutta la multiforme congregazione di guilmesi: da incontri di radiofonia con professionisti quali Tiziano Bonini, Ilaria Gadenz e Carola Haupt;  session per la realizzazione di set fotografici per Fern Blossom. E se qualche indigeno volesse prendersi la briga di replicare il workshop delle bottiglie dell’anno scorso, rivolto agli ospiti che verranno a visitarci, noi ne saremmo più che felici.

La scansione esatta dei gaplabs verrà comunicata in seguito, quando saremo tutti in situ.

Importantissimo: il 13 agosto la presentazione dell’opera di Juan Pablo Macias, si concluderà con l’assaggio dall’opera edibile di Andrea d’Amore, realizzata con la collaborazione delle donne Guilmesi. A tutto ciò seguirà la festa, movimentata dai dj Amigo Mio (ancora in forse) e Santo Johnny + special guest 2014, Graziella Kriminal.

Questo è poco meno di quello che abbiamo definito finora. Date, orari, location e contenuti puntuali, verranno forniti via via da GuilmiArtProject.