opera n° 1

opera n° 1, 2011. Pietre di fiume, abete, smalto ad acqua, corda di nylon

Questa è la pima opera di Nicola Toffolini nel percorso interpoderarle della Difesa. Si situa nell’area interna di un perimetro di quel che rimane di una piccola masseria in pietra, che, col passare degli anni, è diventata residenza ideale per arbusti di roverella. Nicola Toffolini è intervenuto ripulendo la superficie dell’area da erbe, virgulti e rovi e ricoprendola di pietre bianche del fiume SInello. Ciò ha per un certo periodo bloccato la crescita spontanea degli arbusti, i quali si riapproprieranno in futuro del loro spazio naturale, ma deviando il loro corso naturale di ricerca di luce verso l’alto. L’artista è altresì intervenuto “correggendo” la crescita delle roverelle, accoppiandole e stringandole insieme. Anche questa operazione, evidente nell’uso dello smalto blu industriale, sarà alla fine inglobata in un discorso entropico proprio dello stato della natura, ma la traccia dell’intervento rimarrà visibile per un certo periodo di tempo, strozzando la crescita regolare degli alberi.